Shopping Cart

  • No products in the cart.
a
Filato Fiorentino

Come abbinare i vestiti nel modo giusto?

Che sia per un’occasione importante o per sentirsi a proprio agio nella vita di tutti i giorni, creare un outfit appropriato non è semplice come sembra. Ci sono così tanti fattori da tenere in considerazione, alcuni oggettivi (la scelta dei capi più adatti per esaltare il proprio fisico, il giusto abbinamento dei colori, il fatto che abiti e accessori siano adatti all’occasione a cui si va incontro), altri soggettivi (il sentirsi a proprio agio nell’outfit scelto, il fatto che i capi che si indossano rispecchino o meno il proprio stile).

Per venire incontro a tutti gli indecisi, e fare loro risparmiare lunghi minuti di meditazione di fronte all’armadio, abbiamo pensato di scrivere una breve guida. Lo scopo è quello di fornire qualche indicazione di base sul modo più corretto di abbinare i colori, per sfoggiare ogni volta un outfit impeccabile.

Il punto di partenza nell’abbinare i colori: il disco di Itten

L’abbinamento dei colori può diventare molto più semplice, se si tiene bene a mente lo schema elaborato all’inizio del Novecento dal pittore Johannes Itten. Tale schema (chiamato appunto il disco di Itten) è stato infatti il primo metodo capace di classificare i colori in modo completo e sistematico. Si tratta di una rappresentazione estremamente semplice e validissima ancora oggi. Non temere, non è complicato come sembra!

Ecco qui rappresentato il disco cromatico di Itten:

disco di Itten

Il triangolo centrale è composto dai tre colori primari (rosso, giallo e blu).

Sui tre lati di questo triangolo vengono costruiti altrettanti triangoli, comprendenti i colori secondari (verde, arancione, viola). I colori secondari sono così chiamati perché ognuno di essi viene ottenuto mescolando due dei colori primari. Nel cerchio di Itten, ogni colore secondario viene costruito sulla linea che comprende i due colori primari che, sommati, possono produrlo. Noterai ad esempio che il triangolo arancione si trova sulla linea che comprende il rosso e il giallo.

Tutto attorno all’esagono composto dai colori primari e da quelli secondari, è possibile notare un cerchio. Esso rappresenta la gamma dei colori terziari: si tratta delle varie sfumature risultanti da un’ulteriore mescolanza tra un colore primario e uno secondario.

Il cerchio di Itten è il modo più rapido per individuare con chiarezza le relazioni tra i colori e le loro sfumature. Tramite il cerchio di Itten è possibile ad esempio notare con un solo colpo d’occhio le coppie di colori complementari: basterà scegliere su uno dei colori presenti nel cerchio esterno, e il suo complementare si troverà esattamente all’estremità opposta.

Come abbinare i colori: tutti i consigli

Abbinare i colori basandosi sul disco di Itten sarà semplicissimo, e dipenderà molto dall’effetto finale che vorrai ottenere. Tieni presente che se desideri un abbinamento semplice ed equilibrato, non dovrai fare altro che accostare due tonalità appartenenti alla stessa porzione del cerchio esterno.

Se, al contrario, desideri un abbinamento più vivace e inusuale, sentiti pure libero di sfruttare una combinazione di colori complementari.

Ovviamente, nel fare questa scelta, dovrai stare bene attento all’occasione in cui desideri sfoggiare l’outfit in questione: in una situazione molto formale è senz’altro preferibile mantenersi sul semplice, scegliendo un abbinamento tra tinte cromatiche vicine tra loro.

In ogni caso, ricorda di non abbinare mai tra di loro due colori primari o due colori secondari:  due colori non congruenti romperebbero l’armonia dell’abbinamento anche se si sono scelti dei capi di alta qualità.

Un altro errore da evitare nel modo più assoluto è di cedere alla tentazione di abbinare più di tre colori contemporaneamente, onde evitare di trasmettere una sensazione di caos. Non barare: il bianco e il nero, anche se “vanno su tutto”, non valgono come colore bonus!

Consigli finali sull’abbinamento dei colori

Per concludere, nell’abbinare le tonalità del tuo outfit cerca di tenere conto anche di quelli che sono i tuoi colori: su una carnagione olivastra risalterà splendidamente un qualunque colore a base chiara (ad esempio una tonalità di quel range che va dal bianco al beige), mentre una pelle particolarmente chiara potrebbe abbinarsi meglio a un colore più deciso. Potresti anche scegliere una tonalità che riprenda il colore dei tuoi occhi, oppure basarti sui tuoi capelli: una tonalità pastello può essere perfetta se li hai molto chiari, mentre i colori caldi sono perfetti per chi ha i capelli castani o corvini.

Tieni presenti queste poche regole e abbinare i colori diventerà sempre più semplice. Non dimenticare però di seguire sempre il tuo gusto e personalizzare il tuo outfit in modo che rispecchi il tuo stile e ti permetta di sentirti sempre a tuo agio!

Leave a Comment